Costano un’inezia, ma sono dotate di tutte le funzioni base di una fotocamera digitale compatta. Fra i modelli ‘low cost’ di fotocamere digitali le Powerlead sono imbattibili per prezzo e qualità. A soli 29 euro, queste mini digital camera offrono prestazioni degne di modelli più costosi e blasonati, assicurando scatti di buon livello per quanto non professionali. In linea di massima, un prodotto ottimo per principianti, adatto da regalare anche ai bambini per iniziarli all’arte della fotografia. Per entrare più in dettaglio, queste ‘mini’ fotocamere riassumono resistenza, leggerezza e un design compatto che si presta al trasporto per diari fotografici di viaggio.

Nel suo piccolo, la fotocamera Powerlead, dotata di flash retrattile a scomparsa, include opzioni di rilevamento dei particolari di cose e persone, dai dettagli del volto al bilanciamento dei contrasti per una maggiore resa cromatica. Questi modelli si alimentano di batterie ricaricabili a ioni di litio da 800 mAh, forniti in dotazione con la fotocamera, che è predisposta anche per il treppiede, da acquistare però a parte. Intuitiva e facile da usare, supporta risoluzioni di immagini a 24mp e video a 1080p per qualità di foto e riprese davvero niente male. I file potranno, poi, essere trasferiti, via scheda o Usb, sul pc per goderseli sul monitor e stamparli o condividerli. Da segnalare che le fotocamere Powerlead, disponibili anche in altre varianti di prezzo e tipologia, si adattano anche al vlogging per la produzione di contenuti da condividere sui social.

Per ‘vlogger’, abbreviazione di ‘video blog’ si intende chi fa diari non più digitali ma video da postare in rete, un’attività sempre più diffusa soprattutto fra i giovani a cui le fotocamere di ultima generazione si prestano nella confezione di contenuti ad hoc. In linea di massima le recensioni sul prodotto sono lusinghiere. “La fotocamera  è molto compatta e leggera e avendola provata in questi giorni posso affermare che il display è ben leggibile in tutte le condizioni di illuminazione esterna” scrive un utente in rete. Ma non tutti sono d’accordo, ad esempio c’è chi boccia il prodotto, come questo (re)censore: “E’ vero che il costo è ridotto, ma in casa è impossibile fare una foto che sia degna…vale la pena spendere un po’ di più ed avere una macchina che si può utilizzare”.